Seleziona una pagina

Ad anta battente, scorrevoli, a libro, rototraslanti…. le porte interne contemporanee possono davvero coprire ogni esigenza di spazio e di utilizzo.
Oltre a comporre elementi architettonici di estremo rilievo, esse presentano anche una scelta di finiture quasi infinita.
I più creativi potranno davvero godere di una miriade di materiali, forme, colori e decorazioni da applicare alle loro porte di casa.
Ma i più esigenti amano un tipo di verniciatura in particolare: la laccatura.

Materiali di pregio nelle porte interne laccate

Il laccato è un materiale luminoso che si può declinare in svariate tinte. Esso è costituito da un pannello di fibre legnose e verniciato con pitture poliuretaniche (materia plastica resistente agli agenti esogeni con ottime qualità chimiche e fisiche).
La laccatura può essere metallizzata, opaca oppure lucida, con effetti davvero interessanti e moderni.
Le vernici utilizzate sono di altissima qualità, in quanto vanno a ricoprire interamente la superficie della porta e le colorazioni non devono subire alterazioni nel corso del tempo. Si consiglia comunque, per precauzione, l’installazione delle porte laccate in ambienti ove i raggi diretti del sole non vadano a colpirle direttamente.

Cura e manutenzione delle porte laccate

Le porte interne laccate sono più delicate rispetto a quelle in laminato, ma esteticamente rendono gli ambienti molto eleganti e raffinati.
Le mani di vernice generalmente sono tre, per assicurare uno strato omogeneo e spesso di materiale resistente, al fine di non rendere la superficie troppo sensibile e delicata al tocco, ai graffi e alla pulizia.
Per togliere la polvere basterà un piumino delicato da passare sugli stipiti e sulla porta, mentre per le impronte servirà un panno morbido (anche in microfibra) con pochissimo detersivo non abrasivo.
Quando la laccatura presenta delle macchie più difficili bisogna sempre ricordare di non usare ammoniaca, acetone, alcool, creme granulari o pagliette in acciaio.
Questo tipo di trattamento rovinerebbe le ante, irrimediabilmente.
Per la laccatura lucida, è consentito pochissimo detergente neutro diluito con acqua.

Anta lucida oppure opaca?

I pannelli delle porte interne vengono preparati in modo diverso per una laccatura lucida oppure opaca.
La finitura lucida, oltre a regalare un effetto più plateale, ha bisogno di una levigatura ulteriore, tramite carte vetrate a grane sottili (nel lucido), più grezze nell’opaco.
Nelle porte interne laccate lucide, le spazzole in cotone levigano la superficie fino ad ottenere un effetto a specchio davvero piacevole.